Make your own free website on Tripod.com

Chiave Fortuna 1°
Home Su I 40 belanti La Chiave romanzo Chiave Fortuna 1°

 

home                    Vai a "La Chiave" romanzo                    torna all'indice generale               (versione inglese)

                    La Chiave della Fortuna - sceneggiatura (1° tempo)

premiata al B.A. FilmFestival

INT. - BASEMENT - EVENING

Uno scantinato misero, arredato con mobili d'accatto. La lampadina che pende dal soffitto appesa al filo elettrico vince appena le ombre della sera.

Uno SMILZO è seduto davanti ad un tavolo basso su cui è posata una sfera di cristallo, di quelle usate dalle veggenti.

MARA, molto bella, china sulla sfera, fissa qualcosa che vede solo lei con occhi sgranati, sgomenta, spaventata.

 

INT. - SAN FRANCISCO. DOWNTOWN - DAY

Come visto da Mara nella sfera di cristallo:

lo SMILZO infila un quarter in un distributore automatico di giornali.

in alto, sopra di lui, da un montacarichi per lavavetri appeso al 30esimo piano del palazzo, un secchio pieno di detergente vacilla, sul punto di cadere.

lo smilzo fa due passi, adesso è proprio sotto al secchio. Si ferma per leggere il titolo

LA REGINA DI INGHILTERRA VISITERA' GLI U.S.

in alto, sul montacarichi, il secchio inizia la sua caduta.

 

INT - BASEMENT - EVENING

MARA (costernata)

Ooooh...

SMILZO

Cosa vedi?...

 

INT. - SAN FRANCISCO.DOWNTOWN - DAY

Come visto nella sfera di cristallo:

Il secchio colpisce sul capo lo Smilzo stendendolo a terra in una lago di sapone liquido.

 

INT. - BASEMENT - EVENING

Mara distoglie lo sguardo dalla sfera e tira su col naso.

SMILZO

Che cazzo hai visto?

 

MARA (sempre più costernata)

Uh!

SMILZO (alzandosi spaventato)

Uh cosa? Eh? Cosa??

MARA (angosciata)

Niente, però... sei cattolico?

SMILZO

Più o meno.

MARA

Vai a farti confessare.

Mara parla con lieve accento italo-americano facendosi un velocissimo segno di croce.

L'uomo dà un calcio allo sgabello mandandolo a sbattere contro una gabbia e facendo starnazzare la gallina che ci sta dentro.

SMILZO

No. Vai tu, ma a farti fottere !

 

INT.- CAMERA DA LETTO - NIGHT

Come visto nella sfera di cristallo:

una BIONDONA si offre su un letto dalle lenzuola nere. Un uomo GOFFO, di mezza età, si tuffa nudo su di lei, portando in P.P. il suo culone adiposo.

Sul vetro della sfera appare il riflesso del viso di Mara e, più indietro, quello, eccitato, dell'uomo di mezza età.

Nella stanza, dentro la sfera di cristallo, irrompe una donna scarmigliata che scarica sulle chiappe dell'uomo l'intero caricatore di una calibro 22.

 

INT. - BASEMENT - EVENING

L'uomo goffo balza in piedi portandosi le mani sulle natiche con un urlo di dolore.

Mara si stringe nelle spalle e tende una mano per ricevere il suo compenso. L'uomo se ne va furibondo e leva alto e teso il dito medio.

 

INT. -CUCINA - DAY

Come visto nella sfera di cristallo:

una CASALINGA sta preparando la cena per il marito.

Sul vetro della sfera si riflettono i contorni dei volti di Mara e di un CICCIONE pelato.

Entra un GARZONE con le buste della spesa. La donna gli leva le buste di mano e poi gli leva la maglietta e i pantaloni. Se lo tira addosso sul pavimento della cucina.

 

INT. - BASEMENT - EVENING

Mara è concentrata sulla sfera di cristallo

MARA

...il giardiniere se la sbatte due volte la settimana ma il pastore solo di domenica..

il ciccione pelato si alza

CICCIONE

Basta!

dà un calcio allo sgabello facendolo sbattere contro la gabbia della gallina, oltre il letto sfatto, spaventando l’animale che starnazza e protesta a gran voce.

CICCIONE

Mia moglie è una santa donna! La troia sei tu!

Aprendo la porta con una pedata, entra WALTER, aitante, sulla trentina, le mani impicciate di buste del supermarket. Le posa sul tavolo: sono tutte piena di pacchetti di pop-corn

WALTER

Conosce la mia signora?

poi alla gallina starnazzante

WALTER

Buona, McNugget!

CICCIONE

Mi ha appena detto che mia moglie è una puttana che scopa con tutti!

WALTER

Calma, capo. Mara vede le cose al contrario, è una veggente alla rovescia, capisci? Ti ha detto che scopa con tutti? E allora vuol dire che non la darebbe nemmeno a Tom Cruise.

Walter tende la mano per chiedere soldi

WALTER

Fa dieci verdoni.

Il ciccione abbatte con una manata la mano tesa di Walter

CICCIONE

Fa dieci calci in culo. Segna, te li dò la prossima volta.

e se ne va sbattendo la porta

Walter allinea con pignoleria i pacchetti di pop-corn sul tavolo e afferma con dolcezza

WALTER

Stronza.

MARA

Non sai parlare senza insultare?

WALTER

Bistronza. Tristronza. Quadristronza. Hai detto al macellaio che avrebbe perso un dito e ieri s'è staccato il medio con un colpo di mannaia: niente più carne a credito, dice che portiamo iella.

MARA

Non porto niente. Dico quel che vedo.

Walter si ficca in bocca una manciata di pop corn

WALTER

Tuo padre era italiano, no? E che t’ha insegnato? A dire quel che vedi?

Mara dà un’occhiata nella sfera e scuote la testa

MARA

Povero papà, che c’entra?

Fa il gesto delle tre scimmiette, portandosi le mani sugli occhi, sulla bocca e sulle orecchie

MARA

Nun talìari. Nun ascutari. Nun babbiari. Ma erano altri tempi.

È attratta da qualcosa che vede nella sfera e si concentra su di essa.

La gallina chioccia e Walter le butta un po' di pop-corn.

WALTER

Meglio star zitti che prevedere disgrazie alla gente.

Mara è assorta dalla sfera

MARA

In qualche parte nel futuro un ufficiale ti sta cercando.

. Sembra uno importante...

WALTER

Svedese?

MARA

No, è bruno...

Walter si riempie ancora la bocca di pop-corn e va in bagno.

 

INT. - BASEMENT. BAGNO - EVENING

Walter si guarda nello specchio

WALTER (ad alta voce)

Ci sono anche svedesi bruni. Sarà quello del Nobel. Busserà e mi dirà: Lei è il grande scrittore Walter Fraser? Io mi inchinerò e lui mi dirà...

MARA (V.O.)

...tutto sequestrato! E' un ufficiale giudiziario. Viene per pignorarci i mobili.

WALTER

Quali mobili?

da un calcio al vecchio fustino di sapone che Mara usa come sgabello per truccarsi.

 

INT. - BASEMENT - EVENING

Walter rientra facendo sbattere la porta del bagno

WALTER

La vuoi smettere di predire solo sfica!?

MARA

Dico la verità.

WALTER

Oh! la verità!!! E chi se ne fotte della tua verità! Guarda come siamo ridotti con la tua verità del cazzo!

MARA

Non è che ti do ragione se dici cazzo! Ti do del cafone!

Fuori passa un'autoambulanza a sirena spiegata e una folata di smog entra dalla finestra che è a livello del marciapiede. Walter chiude i vetri, si calma e sospira:.

WALTER

La verità è femmina. Va truccata, profumata, vestita. Tu la sbatti nuda davanti a tutti. Adesso con quel povero cornuto... e ieri a quel pensionato! Gli è venuto un mezzo infarto.

MARA

Non è colpa mia se ho visto che andava sotto il tram.

WALTER

Ma non dovevi dirglielo! Tutte e due le gambe, zac! Si è pisciato sotto per la paura e volevi pure che ti pagasse?

MARA

Almeno cercherà di evitare il tram.

WALTER

Oppure ci finirà sotto proprio perché l'hai spaventato.

 

EXT. - STRADA BASEMENT - EVENING

La SIGNORA BROOKS, donna formosa e volgare, viene spinta contro l'inferriata della finestra dello scantinato da un giovane BRUFOLOSO che le alza la gonna.

SIGNORA BROOKS

Ma che fai? Non qui, possono vederci...

BRUFOLOSO

Così imparano come si fa... ah... ah... come sei calda!

SIGNORA BROOKS

Può passare mio marito... sei pazzo... oh... oh.. oh.. ancora.. sì!

 

INT. - BASEMENT - EVENING

Mara prende un ago e stacca coi denti un pezzo di filo. Walter guarda la coppia che fa l'amore appoggiata alla sua finestra.

WALTER

Maretta mia, fan tutti soldi a palate leggendo il futuro agli imbecilli che ci credono!

 

EXT. - STRADA BASEMENT - EVENING

La signora Brooks e il suo amante stanno scopando.

SIGNORA BROOKS

Vai così, vai così...

INT. - BASEMENT - NIGHT

Walter dà un’occhiata alla coppia, appoggiata alla finestra e spegne la luce nello scantinato. Adesso la coppia di amanti spicca in controluce

WALTER

Sentito mai un oroscopo che dica questa settimana quelli del Cancro crepano di cancro? Eppure non c'è settimana che non succeda: a quelli del Cancro, della Vergine, dei Pesci. Tutti lo sanno e ognuno dei morituri ha moglie, figli, madri, padri, amanti, amici di tutti i segni dello zodiaco!

MARA

Accendi.

WALTER

Perché far del male al prossimo? Che poi paga anche male mentre i maghi si fanno pagare benissimo. Tutti, meno te.

Walter guarda i due amanti sempre più eccitati, oltre la finestra. Mara si alza e riaccende la luce.

 

EXT. - STRADA BASEMENT - EVENING

Il reilluminarsi della finestra fa trasalire la signora Brooks che respinge l'amante e si ricompone il vestito

SIGNORA BROOKS

Ci hanno visto!

il giovanotto si tira su la zip dei pantaloni

BRUFOLOSO

Avrebbero applaudito.

 

INT. - BASEMENT - EVENING

Walter sparge un fascio di giornali intorno a Mara, infastidendola perché sta tentando di infilare un ago.

WALTER

Leggili! C'è mai scritto "perdita di persona cara"? Le persone care muoiono tutti i giorni dell'anno ma nessuno lo predice.

MARA

L'oroscopo è una truffa. Io dico la verità.

WALTER (indicando la finestra)

Allora perché non vai sopra dal marito della signora Brooks e gli dici che ha le corna? Anche questa è verità.

MARA

Non l'ho vista nella sfera.

WALTER

Ma è la verità, perché non gliela dici?

MARA

Perché non me la chiede, accidenti a te!

WALTER

Non è necessario dire bugie. Ti faccio un esempio: la Terra gira intorno al sole. E' un fatto. Senti come lo diresti tu...

MARA

Non fare il buffone.

WALTER

Un grumo di elementi pesanti brulicante di miliardi di esseri che nascono, copulano, muoiono e marciscono entrando nella catena alimentare dei propri figli in un ciclo cannibalico senza fine, ruota intorno ad una bolla d'idrogeno in piena catastrofe nucleare.

Mara sbuffa, infila una piuma di gallina in un sacchettino di cotone e lo cuce tutt'intorno con punti fitti e veloci.

WALTER

Invece si può dire così: uno stupendo pianeta verdazzurro, sprizzante vita e bellezza, culla dell'intelligenza cosmica, gira intorno alla sua bellissima stella dorata che lo illumina e lo riscalda con la sua luce benefica.

MARA

Fa schifo come il Vangelo letto da un gesuita.

WALTER (contando sulle dita)

I gesuiti hanno avuto successo, impara il mestiere. I coglioni che vanno dalle maghe vogliono sentirsi dire tre cose: grossa vincita di denaro, una settimana con Marilyn Monroe su un'isola deserta e probabile presidenza degli Stati Uniti.

MARA

Bum!

WALTER

Sparale grosse, tranquilla, purché siano palle meravigliose, la gente pagherà felice. Capito amore? Denaro, sesso e potere. Vai sul sicuro e puoi chiedere un centone!

Mara infila una piuma in un nuovo sacchetto e lo cuce

 

MARA

La Monroe è morta da trent'anni e passa.

WALTER

Solo nella realtà. Nel sogno Marilyn è sempre la più bella.

MARA

Io non vendo sogni. E’ immorale. Prendimi qualche altra piuma.

Walter infila una mano nella gabbia e strappa una piuma dal portacoda spennacchiato della gallina che protesta

WALTER

Perché immorale? Far sognare è la forza di tutte le religioni...

leva alte tre dita come Cristo

WALTER

In verità, in verità vi dico che domani sarete con me in paradiso.

Mara cerca di infilare un nuovo filo nell'ago

MARA

Le religioni son come le lucciole. Per splendere han bisogno delle tenebre.

WALTER

Basterebbero due scemenze dette bene e la gente ti coprirebbe di soldi.

La mano di Mara trema e la punta del filo sbaglia la cruna.

MARA

Digliele tu. Ti presto la sfera.

WALTER

A me vien da ridere. Un po' ci devi credere se no la gente svaga e non paga.

MARA

Ma perché non ti trovi un lavoro invece di star qui a romper le scatole a me?

WALTER

La vita è un gioco che si gioca una volta sola e se accetti carte basse sei fregato. Pensa: operaio a vita!

 

INT. - FABBRICA AUTOMATIZZATA - DAY

Walter è vestito con una tuta gialla. Si muove in mezzo a robot che lo assediano: lunghi bracci automatici allungano mani dalle dita d'acciaio per tastarlo dappertutto.

 

INT. BANCA - DAY

Walter è un cassiere che conta denaro a velocità vertiginosa

WALTER (V.O.)

Oppure bancario sempre a contare i soldi agli altri...

 

INT. - NEGOZIO ABBIGLIAMENTO - DAY

Walter sta servendo una signora mai contenta

WALTER (V.O.)

...o dietro ad un bancone a sorridere da morto a chi lo vuole con panna o a righe o a punta quadra... brr!

 

INT. - BASEMENT - EVENING

WALTER

Finché la scelta è tra queste carte meglio aspettare una smazzata migliore.

MARA

Specialmente se la smazzata intanto me la faccio io.

WALTER

Finché non scelgo non ho destino. Posso diventare tutto...

 

EXT. - PIANURA DI MARTE - DAY

Una pianura marziana di sabbia rossa. Un lander piegato a trenta gradi con una gamba danneggiata. Una piccola cupola trasparente. Due uomini in tuta spaziale leggera col casco e le bombole di ossigeno, saltellano intorno ad alcune apparecchiature

WALTER (V.O.)

Io e Tom capiremo subito che il lander non potrà più ripartire ma faremo il nostro lavoro sul pianeta rosso fino all'ultima boccata d'ossigeno.

 

INT. - BASEMENT - EVENING

Walter respira a fatica, rumorosamente

WALTER

...e saranno tre mesi di gloria quaggiù sul pianeta azzurro...

Mara riesce ad infilare il filo nell'ago

MARA

Tu sogni cose così e poi la stupida sarei io..

WALTER

Oppure biologia. Una borsa di studio a Princeton. Un solo obiettivo: sconfiggere l'Aids.

 

INT. - STANZA DI RIANIMAZIONE - DAY

Walter irto di flebo e infilato nel polmone d'acciaio

WALTER (V.O.)

Una grande vittoria ma per me sarà tardi: sarò l'ultima vittima del virus che mi sono inoculato e il primo Nobel alla memoria.

 

INT. BASEMENT - EVENING

Walter si lascia cadere sul lettino che flette paurosamente.

MARA

Potresti inventare finali più allegri.

WALTER

Nella vita non c'è mai il lieto fine, proprio perché c'è la fine. Solo nelle favole vissero felici e contenti: fine. Se vai avanti devi dire "felici e contenti finché il Principe Azzurro andò a sbattere contro un camion e Cenerentola morì di trombosi.

MARA

Cos’è? Una frase del tuo famoso romanzo? Sempre a pagina uno?

WALTER

Tutta la letteratura ruota intorno a una domanda cruciale: perché Maria s'è levata le mutande?

Mara si succhia un dito ferito dall'ago

MARA

E' quello che mi chiedo anch'io: perché Mara s'è levata le mutande?

qualcuno bussa contro l'uscio chiuso suonando anche il campanello. Una voce sgradevole d'uomo intima

UFFICIALE GIUDIZIARIO (V.O.)

Aprite! Ufficiale giudiziario!

Mara fa un gesto di vittoria

WALTER

C'era bisogno della sfera!

I colpi imperiosi alla porta si ripetono

WALTER

Arrivo!

Spalanca la porta e si trova davanti ad un uomo vestito di nero, con una borsa professionale e gli occhi celati dietro un paio di occhialini a specchio E' un UFFICIALE GIUDIZIARIO

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Casa Fraser?

WALTER

Fraser sono io, la casa veda un po' lei...

Walter si tira indietro e l'ufficiale giudiziario entra, annusa e storce il naso

WALTER

Puzza di merda? E' McNugget, il nostro fornitore di piume.

L'uomo fa vibrare le labbra come un cavallo

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Se vuole può fare opposizione.

WALTER

E tenermi i mobili?

UFFICIALE GIUDIZIARIO

No, si tiene l'opposizione. Il sequestro è esecutivo anche se per roba così non manderemo neanche il camion...

prende nota, inventariando e avvicinandosi a Mara

UFFICIALE GIUDIZIARIO

...un tavolo in cattivo stato... due sedie in cattivo stato...

 

WALTER (indicando Mara)

Un'amante in buono stato... va all'asta anche lei?

UFFICIALE GIUDIZIARIO

L'usato non tira più, scusi signorina, si dice per scherzare. Uno sgabello in cattivo stato... una pendola che non funziona... una sfera di cristallo...

MARA

Questa no. Con questa ci lavoro.

UFFICIALE GIUDIZIARIO

A me sembra un soprammobile, una vanità.

MARA

Attrezzo di lavoro. Qui dentro io vedo il futuro...

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Mi sta prendendo in giro, signorina?

WALTER

Lo vede a colori. Per questo non abbiamo la TV.

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Lasciamo perdere. Gabbia con...

WALTER

...gallinaccio di tre chili dal culo spennato. Anche lui è un attrezzo di lavoro...

L'ufficiale giudiziario punta il dito sui sacchettini cuciti da Mara

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Cosa sono?

MARA

Amuleti.

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Se lei legge davvero il futuro, perché non dà una sbirciatina al mio?

MARA

Devo essere calma per concentrami...

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Se è nervosa per colpa mia, facciamo così: io non vi ho trovati.

strappa il foglietto su cui stava scrivendo

UFFICIALE GIUDIZIARIO

...così mi dimostra che la sfera è davvero un attrezzo di lavoro...

WALTER

Accontentalo cara. Devi accontentarlo.

Walter fa segni d'intesa a Mara. L'ufficiale si siede davanti al tavolo. Mara mette le mani sulla la sfera.

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Ho un problema grave. Devo prendere una decisione importante per la mia carriera... così se lei mi desse un'occhiata io potrei insabbiare la sua pratica... farla sparire, capisce?

WALTER

Ma certo che capisce, vero cara? E' un pubblico ufficiale che te lo chiede... predicigli la BUONA ventura!

calca talmente su quel "buona" che anche il funzionario lo guarda insospettito. Mara china la testa verso la sfera

MARA

Zitti però.

il suo respiro si fa più frequente. L'ufficiale giudiziario pencola verso di lei.

MARA

Vedo... una persona che la tenta...

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Sì, sì... è quel figlio di puttana del Vostro Onore... devo starci?

MARA

Vedo... qualcuno le dà una spinta...

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Sì... mi ha promesso una spinta... una bella spinta se... beh, insomma... se. E come va a finire?

WALTER

E come deve andare a finire? Felicità, fortuna, ricchezza!

MARA

Vedo che cade.

L'ufficiale giudiziario fa vibrare le labbra, si mette gli occhiali, se li leva.

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Capace! Quel bastardo è capace di mettermi nei guai e poi mollarmi... io testimonio per lui e poi mi frega. Preciso! Vuoi fregarmi eh, giudice di merda? E invece ti frego io! Testimonio che prendevi le mazzette! I mazzettoni!

Si infila gli occhialetti e corre fuori.

WALTER

Mara mia come sei cretina.

MARA

Gli ho detto solo che sarebbe caduto...

 

EXT. - STRADA BASEMENT - EVENING

L'ufficiale giudiziario esce correndo in strada. Un bimbetto lo sgambetta involontariamente e, per non cadere, gli dà una spinta. L'ufficiale giudiziario cade sbattendo la faccia contro l'inferriata della finestra dello scantinato.

 

INT. BASEMENT - EVENING

Schiacciato contro l'inferriata, l'ufficiale giudiziario perde sangue dal naso e ha gli occhiali rotti.

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Dio, che botta... mi sono rotto la testa...

guarda tra gli spicchi degli occhiali verso Walter

UFFICIALE GIUDIZIARIO

... un figlio di puttana piccolo così mi è passato tra le gambe e mi ha dato una spinta...

il funzionario si blocca. Capisce.

WALTER

Glielo l'avevo detto: meglio della televisione.

UFFICIALE GIUDIZIARIO

Ah, era questa la spinta! E adesso al giudice che gli dico... ma a voi, iettatori di merda, vi sbatto in strada in ventiquattr'ore...

 

INT. - BASEMENT - EVENING

Walter si volta verso Mara con la voglia di strozzarla. La donna arretra

MARA

Gli daranno cinque anni di galera e io gli ho detto solo che avrebbe sbattuto.

WALTER

Io ho sbattuto quel cazzo di giorno che ti ho incontrata! Pensavo che stare con una strega fosse più divertente!

MARA

E tu allora? Sono un genio, dicesti. Sapevo di non aver trovato Einstein, ma speravo di aver trovato un uomo!

WALTER

Perché non hai guardato nella palla prima di metterti con me?

MARA

Con me non funziona, lo sai! E adesso basta! Se vuoi mangiare devo portare gli amuleti al negozio. Ne mancano ancora tre. Prendi qualche altra piuma.

Walter infila una mano nella gabbia. La gallina lo becca con ferocia. Walter urla e ritira la mano sporca di sangue

WALTER

Accidenti a te, McNugget! Cosa sei diventato, un avvoltoio!?

MARA

Coraggio, eroe. Affronta la belva. Tre piume e avremo i soldi per un big Mac.

WALTER

Ma perché non ci metti un po' di acrilico in quei dannati sacchetti? Li cuci e non li apre più nessuno. Fai soffrire quella bestiaccia che invece potrebbe essere la nostra cena!

MARA

Per funzionare deve esserci una piuma di gallina.

WALTER

Ah, perché con la piuma funziona?

MARA

Certo. L'ha detto Cagliostro: piuma di gallina tien lontana la rovina.

WALTER

L'ha detto Cagliostro. Con la piuma funziona...

si fruga il petto con la mano insanguinata e si strappa dal collo un sacchettino come quelli che Mara sta cucendo

WALTER

Allora perché io lo porto da un anno e son sempre qui a spennare il culo alle galline?

MARA

La legge di Merlino: non habet functione al collo di un coglione.

Walter si avventa. Mara evita lo schiaffone con un balzo all'indietro. La sfera di vetro cade sul pavimento esplodendo in mille pezzi. Mara traccia una croce nell'aria davanti a Walter

MARA

The End. Fine. Con me hai chiuso. Quando torno non ti voglio trovare più.

prende una giacca e getta gli amuleti in una borsa. Apre la porta per andarsene. Walter va al fornello del gas, strappa il tubo di gomma dalla bombola e ne apre il rubinetto.

WALTER

Vattene, vattene... che me ne vado anch'io e per sempre!

il soffio del metano è forte. Mara sbotta con disprezzo

MARA

Tu non t’ammazzeresti neanche se avessi il cancro, l’Aidiesse e cent’anni per gamba, buffone!

se ne va sbattendo fragorosamente la porta.

Walter le urla dietro, correndo poi a spalancare la finestra

WALTER

Stronza tu, capito? Stronzaaaaaaa!

resta ansimante a guardare fuori, poi annuisce a se stesso e chiude con cura la finestra.

Dalla bombola il soffio del gas e fortissimo.

Walter si stende sul letto, le mani intrecciate sullo stomaco. Chiude gli occhi.

WALTER

Te la faccio vedere io, maledetta portasfica.

 

EST. - MARKET STREET - NIGHT

E' la sera di Halloween. I negozi sono tutti illuminati. Sul marciapiede gruppi di gente mascherata si diverte a fare scherzi ai passanti.

Mara cammina in fretta e non bada ai lazzi delle maschere. Passa davanti ad un negozio di carni e il MACELLAIO, un omone grosso avvolto in un camice macchiato di sangue, si affretta sulla soglia

MACELLAIO

Signorina Mara, guardi che non sei tu che porti iella! E' quella zecca ti si è appiccicata dietro...

Mara continua a camminare. Il macellaio irritato cerca di alzare il dito medio nel gesto sconcio, ma non ha più il dito medio.

 

INT. - BASEMENT - NIGHT

Il gas soffia. La gallina starnazza. Walter è steso sul letto.

WALTER (autocommiserandosi)

Mi rimpiangerai, brutta stronza. E poi non venire qui a piangere...

 

INT. - NEGOZIO DI ARTICOLI MAGICI - NIGHT

Mara entra in un emporio di articoli magici: gli scaffali sono pieni di cianfrusaglie, dal medioevo europeo al vodoo. JOHN, sulla quarantina, dal ventre prominente e dai modi volgari, le va incontro

JOHN

Sei sempre una gioia per gli occhi e per tutto-il-resto, non so se mi spiego.

MARA

Ho portato gli amuleti. Me li puoi pagare un po' di più?

JOHN

Amore mio, io te li pagherei anche cento volte di più se tu... non so se mi spiego.

MARA

Dieci dollari l'uno basterebbero.

JOHN

Se stiamo sul commerciale i sette che ti dò son già troppi. Voglio chiudere questa baracca e aprire un porno-shop. Duemila Scope, eh che ne dici? Mettiti con me. Faremo un sacco di soldi e anche un bel po' di cosette divertenti, non so se mi spiego.

MARA

Ti spieghi. Accetto l'offerta.

JOHN

Scherzo di Halloween?

Mara scoppia a piangere e si appoggia al petto di John

MARA

No: scherzo di quello stronzo di Walter!

INT. - BASEMENT - NIGHT

Il gas continua a soffiare. La gallina protesta rumorosamente. Walter tossisce e si mette a sedere

WALTER

Ho capito, gallina vigliacca! Facciamo prima: un bel botto: io, te e quel cornuto del piano di sopra...

fa scattare la fiammella di un accendino.

Una fiammata blu illumina lo scantinato come la scarica di un fulmine. La lampadina scoppia. Una palla di fumo nero esplode al centro della stanza e si dilata portando un buio gelido. Un vortice di suoni elettronici sale tutta la scala dell'udibile facendo urlare Walter che brina, imbiancandosi come sotto una tormenta di neve. Una bottiglia di acqua gela ed esplode.

SPECIAL EFFECT - LIMBO

Nel buio brillano punti luminosi che ingrossano diventano ammassi di spirali di luce, galassie. Una voce chioccia, sgradevole, stridula, deformata dall'effetto doppler

McNUGGET (V.O.)

Controllate i tensori ipersferici! C'è un disguido, c'è un disguidooo! Plimflate! Plimflate!

 

INT. - BASEMENT - NIGHT

Un fischio acutissimo lacera i timpani. Walter, annerito dall'esplosione, si preme le mani sulle orecchie.

McNUGGET(V.O.)

Mi sto infilando nello sfintere di un buco nero! Plimflate, scarti merdosi di tutte le galassie, plimflateeeee!

uno stridore, come di zinco trascinato sulla pietra.

McNUGGET (V.O.)

Per tutte le sgarluppe corporali delle nebulose, stringete le superstringhe! Usruciate i tensori dell'ipersfera! Sto entrando in un universo figlioooo!

La voce cessa mentre la stanza si riempie di fumo.

La brina intorno agli occhi di Walter si scioglie in lacrime. Dal fornello, il gas continua a soffiare. Walter lo chiude. La voce stridula riprende, vicinissima, non più distorta

McNUGGET (V.O.)

Non avete plimflato maldefecati! Sono in un'atmosfera di metano! E adesso come faccio? Cosa facciooooo?

Walter gira lo sguardo intorno ma nella stanza non c'è nessuno. Corre in bagno lasciando la porta spalancata.

INT. - BASEMENT. BAGNO - NIGHT

Walter mette la testa sotto il getto d'acqua del rubinetto.

McNUGGET (V.O.)

C'è qualcuno lì fuori?

WALTER

Adesso mi passa...

McNUGGET (V.O.)

Ehi andromedo, mi capisci quando parlo? Sai plimflare?

Uno starnazzare d'ali attira lo sguardo di Walter verso la gabbia della gallina. Esce dal bagno grondante d'acqua.

 

INT. - BASEMENT - NIGHT

La gallina lo sta fissando con le piume arruffate.

WALTER

Non è possibile...

McNUGGET

Mai confondere l'impossibile con l'improbabile. Ohi andromedo, dico a te! Usa quei due tentacoli prensili e tira il collo a questo schifoso pennuto! Uccidimi! Uccidimi! Uccidimi!

WALTER

Le galline non parlano...

McNUGGET

Se questo bipede con penne è gallina, non è gallina che parla, andromedo!

WALTER

Le galline parlanti le sentono solo i pazzi. Sei un ventriloquo? Dove ti nascondi?

McNUGGET

Sono qui! Dentro la gallina! Sono finito dentro la gallina per un difetto di trasmissione!

Walter si china a guardare la gallina negli occhi. L'animale ricambia lo sguardo

McNUGGET

Sono qui!

Walter corre in bagno.

INT. - BASEMENT. BAGNO - NIGHT

Walter va rimettere la testa sotto il rubinetto.

McNUGGET (V.O.)

Vai ad acqua, andromedo? Se non ammazzi subito questa stupida bestia, perdo la coincidenzaaaa!

 

INT. - BASEMENT - NIGHT

McNUGGET

Allunga i tuoi schifosi tentacoli e torci il collo all'animale piumato!

Walter mostra le sue mani alla gallina

WALTER

Queste sono mani da intellettuale che non hanno mai fatto niente! Figurati se me le sporco per una gallinaccia spennacchiata come te.

McNUGGET

Aborto pulsante sangue, se non ti sbrighi perdo la coincidenzaaaa!

WALTER

E allora fuori dalla mia gallina!

McNUGGET

Uccidimi! il metano sta calando!

WALTER

Meglio.

McNUGGET

Non respiri metano?

WALTER

No. Ossigeno.

McNUGGET

Ma è un gas velenosissimo!

WALTER

Dalle parti tue forse. A me fa un gran bene.

MCNUGGET

Quando sono arrivato, qui era pieno di metano!

WALTER

Mi stavo suicidando.

McNUGGET

Non capisco la parola.

WALTER

Volevo morire. Kaputt. Farla finita.

McNUGGET

Nel senso di smettere di essere?

WALTER

Brava gallina! Nel senso di smettere di essere.

McNUGGET

Di solito le razze inferiori vogliono vivere in eterno.

WALTER

Mi va tutto male altrimenti non starei a parlare di stronzate con una gallina.

McNUGGET

Perché non usi la chiave stocastica? Se non viaggi funziona sempre.

WALTER

Sto... che?

McNUGGET

Stocastica! Casuale. Quella per ordinare gli eventi casuali nel modo più favorevole, per evidenziare il determinismo del caos.

WALTER

Ordinare gli eventi casuali... vuoi dire, una chiave della fortuna?

La gallina si accascia di nuovo disperata

McNUGGET

In che cesso di universo sono capitato se non sanno neppure cos'è una chiave stocastica?!

WALTER

Tu me la puoi dare?

McNUGGET

Se ti dò la chiave, uccidi la gallina?

WALTER

Tu dammela, poi si vede...

La gallina gira e depone un bell'uovo bianco.

WALTER

Mc Nugget!... hai fatto un uovo!

McNUGGET

Questo la gallina lo sa di suo.

WALTER

Le galline sì, ma tu sei un cappone... avevo detto a Mara che eri una gallina per via di Cagliostro...

McNUGGET

Rompi l'uovo.

Walter prende l'uovo e lo agita sperando di sentire un suono

WALTER

Come nelle uova di Pasqua?

rompe l'uovo sul bordo del tavolo e ne esce una piccola chiave lucente.

WALTER

Wow! E' d'argento?

McNUGGET

Macché argento, andromedo! Adesso hai la chiave, ammazza la bestia!

WALTER

Di che è fatta?

McNUGGET

Di che vuoi che sia fatta una chiave stocastica? E’ un frattale di probabilità, no? E adesso mi vuoi uccidere, sì o no?

WALTER

Davvero mi porterà fortuna?

McNUGGET

Sì, sì, sì, mangiatore di cadaveri! Spezza il collo a questa bestia o sono urzato!

Suona il campanello della porta. Al terzo squillo Walter va ad aprire: sulla soglia c'è un gran pezzo di ragazza in minigonna.

MAGNIFICA

Posso entrare? Io sono la fortuna.

Walter guarda la donna poi guarda la chiave

WALTER

Prego...

si fa indietro e la ragazza entra.

MAGNIFICA

Tu hai vinto il primo premio del concorso del non-sapone Splash, il non-sapone delle donne belle che non rovina la bella pelle!

WALTER

Sei tu il premio?

MAGNIFICA

Magari! Hai vinto diecimila dollari!

WALTER

Cos'è, una candid camera?

MAGNIFICA

Ma no, tesoro! Se hai in casa un fustino di Splash questo è il buono premio!

sventola un voucher

WALTER

E se non ce l'ho?

MAGNIFICA

Ti resta solo l'omaggio della casa...

WALTER

Chiudi gli occhi: vado lo compro e torno.

MAGNIFICA

No, no, no. Sul lavoro sono la più seria delle donne. Niente fustino, niente premio. Te l'ho detto: solo l'omaggio della casa, se lo gradisci...

WALTER

Lo gradisco sì, ma diecimila verdoni, accidenti, mi avrebbero risolto... ma con la fortuna che ho io... non ho mai avuto quello stramaledetto fustino!

corre dalla gallina mostrandole la chiave

WALTER

E allora gallinaccio castrato, che razza di chiave doveva essere questa?

Un gridolino lo fa voltare. Magnifica è sulla porta del bagno col vecchio fustino sbiadito che Mara usa come sgabello per truccarsi e su cui si legge ancora SPLASH.

MAGNIFICA

Eureka! Habemus fustinum!

WALTER

Vuoi dire che ho vinto i diecimila presidenti?

MAGNIFICA

Ma certo, stallone... e anche l'omaggio della casa!

la bellissima lo bacia e Walter la stringe a sé e crollano avvinghiati sul materasso: la gambe posteriori del letto cedono ma i due non ci badano.

La gallina guarda interessata. Commenta l'amplesso con suoni gutturali.

 

EST. - PARCO DELLA VILLA DI GOLDFISH - MORNING.

Davanti ad una villa lussuosa, circondata da un grande parco chiuso da un'alta recinzione, sosta una limousine. Lo sportello posteriore è spalancato. Al volante, immobile, un autista in livrea.

Dalla villa esce JEEVES(Mortimer), in divisa da maggiordomo, tiene aperta la porta per GOLDFISH, sulla cinquantina, vestito da ricco, gli passa borsa e cappello, si inchina e torna dentro. Goldfish va verso l'auto, entra e si siede sul sedile posteriore. Chiude la portiera.

GOLDFISH

Andiamo Jerry, che aspetti?

tocca l'autista che si piega da un lato: ha un coltello piantato fra le costole. Un UOMO SFREGIATO emerge da dietro lo schienale del sedile anteriore, accanto a quello dell'autista con una pistola spianata

UOMO SFREGIATO

Andiamo subito mister Goldfish.

GOLDFISH

Dio mio, che cos'è?

UOMO SFREGIATO

Un normale rapimento, mister Goldfish. Tu stai buono e non si fa male nessuno.

un UOMO ROBUSTO apre la portiera vicino al volante, prende il cadavere di Jerry e insieme a lui si va a sedere accanto a Goldfish. Il bandito sfila il coltello insanguinato dalle costole dell'autista e glielo punta alla gola, mentre il compare si mette alla guida.

La limousine scivola silenziosa lungo viale verso il grande cancello in ferro battuto che si apre automaticamente per farla passare.

 

INT. - BASEMENT - MORNING

La gallina, nella gabbia, chioccia di protesta. Sul letto, le cui quattro gambe hanno ceduto completamente, giacciono esausti Walter e Magnifica: un cuscino lacerato ha sparso acrilico ovunque. Le coperte sono aggrovigliate sul pavimento.

MAGNIFICA

Come ti chiami?

WALTER

Walter..

MAGNIFICA

Walter Magno.

WALTER

Vorrei che ti sentisse Mara...

MAGNIFICA

Tua moglie?

WALTER

Non sono sposato.

MAGNIFICA

Non sposarti mai. Uno come te dev'essere di tutte le donne.

si veste e posa un voucher sul ventre nudo di Walter

MAGNIFICA

Devo andare. Vai alla Splash con questo.

WALTER

Tu, come ti chiami?

MAGNIFICA

Magnìfica. Per gli amici Magnifìca.

se ne va con un grazioso cenno di mano.

McNUGGET (V.O.)

Hai finito di plimflare, andromedo?

Walter cerca la chiave. La trova sul letto e la prende

WALTER

Vuoi vedere che funziona davvero?

McNUGGET (V.O.)

Walter Magno, è ovvio come un decadimento beta inverso! E adesso uccidi il pennuto!

INT. - BASEMENT.BAGNO - MORNING

Walter si sciacqua la faccia, tenendo la chiave fra i denti.

WALTER

Ucciderti, mio piccolo adorato pulcino? Dovrei ammazzare la mia gallinella dalle uova d'oro? McNugget, cappone mio, avrai sempre il grano migliore e, giuro, nessuno ti spennerà più il culo!

 

INT. - BASEMENT - MORNING

La gallina starnazza nella gabbia

McNUGGET

Mancatore di promessa! Ingoiatore di saliva! Schifoso primitivo mono-organo che lo usi sia per plimflare che per pisciare!

Walter si lega la piccola al collo. Si veste in fretta

WALTER

Ci vediamo, McNugget, mi sa proprio che mi porti fortuna...

esce e chiude a chiave l'uscio. La gallina si lascia cadere sul fondo della gabbia

McNUGGET

Fortuna! In questa chiavica di universo credono ancora alla fortuna....

 

EXT. - STRADA BASEMENT - MORNING

John sbatte contro Walter che sta uscendo di casa.

JOHN

Cercavo proprio te. Ho un biglietto di Mara...

gli porge un bigliettino. Walter gli dà un'occhiata.

JOHN

Mara non poteva dividere la tua miseria per tutta la vita. Rassegnati, una bella donna come lei ha bisogno di uno con le palle quadre, come me.... non so se mi spiego.

John prende Walter per la giacca, valutando il vestito

JOHN

Ma non ti guardi mai allo specchio? Sei messo proprio male. Passa da me stasera che dico alla schiava di darti uno dei miei abiti smessi.. non so se mi spiego.

WALTER

E' il modello col retrovisore?

JOHN

Ti voglio regalare un vestito mica una macchina!

WALTER

Sì ma col pancione che hai come te lo ritrovi senza lo specchietto?

JOHN

Dovrei ridere?

WALTER

No, dovresti piangere dal mattino alla sera per quanto sei stronzo. Non so se mi spiego.

JOHN

La merda ti dev'essere arrivata al cervello. Quelli come te non vanno aiutati, devono crepare sotto i ponti, come i negri.

John se ne va. Walter appallottola il biglietto di Mara e lo getta via

WALTER

Una persa cento trovate.

il bigliettino si ferma contro un bidone dell'immondizia: a terra ci sono tre banconote da cento spiegazzate. Walter le raccoglie e tocca la chiave che porta al collo.

WALTER

Wow!

 

EXT. - VAN NESS AVENUE - DAY

Il FUNZIONARIO DELLA SPLASH, davanti all'ingresso di una banca, sorride a Walter che indossa un vestito nuovo e ha una 24ore di cuoio.

FUNZIONARIO DELLA SPLASH

Signor Fraser, fortunato mortale, la Splash è lieta di accoglierla tra i suoi beneficiati. S'accomodi...

WALTER

Me li date... contanti?

FUNZIONARIO DELLA SPLASH

Contanti e contati. Prego.

 

INT. - BANCA - DAY

Il CASSIERE fa un cenno d'intesa al funzionario. Controlla il voucher che gli dà Walter e gli fa firmare una ricevuta

FUNZIONARIO DELLA SPLASH

Ecco, signor Fraser: una firmetta qui.

Walter firma e il cassiere conta veloce una mazzetta di biglietti da cento. Alle spalle di Walter, un RAGAZZO COI CAPELLI LUNGHI e una RAGAZZA RASATA A ZERO, si scambiano un cenno ed escono dalla banca.

CASSIERE

Seimila, settemila, ecco settemila- cinquecento...

WALTER

Settemilacinquecento? Sul voucher c'era scritto diecimila.

FUNZIONARIO DELLA SPLASH

Lordi. Ci sono le tasse e il contributo per il nostro fondo pensioni. Non sia avido: settemilacinquecento dollari son sempre settemilacinquecento dollari guadagnati senza fatica...

WALTER

Anche diecimila son sempre diecimila.

FUNZIONARIO DELLA SPLASH

Se non li vuole li diamo in beneficenza. Abbiamo una Fondazione che...

Walter getta dentro la borsa le banconote alla rinfusa.

 

EXT.- VAN NESS AVENUE - DAY

Con una brusca accelerata una moto balza verso Walter.

La ragazza rapata, seduta dietro, afferra la borsa di Walter che si fa trascinare urlando.

La borsa si spacca in due e i biglietti da cento volano in aria. La moto guidata dal ragazzo coi capelli lunghi sbanda e va ad incastrarsi sotto il muso della limousine di Goldfish che viene dalla parte opposta.

Nevicano biglietti da cento e i passanti si azzuffano per prenderne il più possibile. Walter saltella in mezzo alla gente, spintona e viene spintonato

WALTER

Sono miei! Aiutoo! Sono miei! Arrestate tutti! Poliziaaa!

Una sirena in avvicinamento. I due rapinatori fuggono e fuggono anche i due sequestratori dopo aver provato inutilmente a disincagliare la moto che ha bloccato l'auto.

Resta, rigido e solo sul sedile posteriore il cadavere dell'autista pugnalato.

AGENTE

Che succede! Fermi tutti! Da dove arriva quel denaro?

WALTER

E' mio! Avevo settemilacinquecento dollari nella borsa e han cercato di rubarmeli!

l'agente lo afferra per un braccio

WALTER

Ma che fai? Arresti me? Ferma quelli! Ladriiii!

un ALTRO AGENTE si china verso il cadavere dell'autista

ALTRO AGENTE

Tutto bene signore?

il cadavere scivola di lato sporco di sangue

ALTRO AGENTE

Qui c'è un ferito!

Dal bagagliaio dell'auto provengono colpi sordi. Walter si libera dalla presa del poliziotto

WALTER

C'è qualcuno nel bagagliaio...

lo apre: dentro c'è Goldfish, legato e imbavagliato. Walter gli strappa il bavaglio e l'uomo respira con affanno

GOLDFISH

Stavo soffocando...

FUNZIONARIO DELLA SPLASH

Signor Goldfish! Che ci fa nel bagagliaio?

l'agente taglia le corde che legano Goldfish

GOLDFISH

Intervisto i bauli, imbecille! Mi hanno rapito, no? Chi è quello della borsa?

WALTER

Io. Han cercato di rapinarmi, ho resistito e quelli hanno sbattuto contro la limousine. Non ho colpa...

GOLDFISH

Colpa? Questo era un rapimento, figliolo. Gente spietata...guarda che han fatto al mio autista. Se andava bene, ci avrei rimesso venti milioni.

FUNZIONARIO DELLA SPLASH

Venti milioni di dollari, signor Goldfish?

GOLDFISH

No, di noccioline! Perché tu chiederesti meno per il mio riscatto?

FUNZIONARIO DELLA SPLASH

Non mi permetterei mai, signor Goldfish...

Goldfish si aggrappa a Walter perché le gambe gli cedono

GOLDFISH

Non ce la faccio a camminare. Tu, leva due sedili alla limousine

FUNZIONARIO DELLA SPLASH

Perchè due, signor Goldfish?

GOLDFISH

Che fai? Discuti gli ordini del tuo padrone? Muoviti, voglio far due chiacchiere col mio salvatore.

Ha fa una smorfia di rivincita verso il funzionario

GOLDFISH

Sai, amico, forse ti devo la pelle. Ho una moglie cornuta che non avrebbe pagato un bel niente. Delinquenti idioti: ma dico, vuoi i soldi del re e rapisci il re?

 

EXT. - VAN NESS AVENUE - DAY

Una curiosa processione intralcia il traffico: portati dal funzionario della Splash, dai due agenti e da un volenteroso, Goldfish e Walter, seduti sui sedili anteriori tolti dalla limousine, conversano come due papi in sedia gestatoria. Li segue un codazzo di curiosi.

GOLDFISH

Come ti chiami?

WALTER

Walter. Walter Fraser.

GOLDFISH

Bene Walter, hai problemi ?

WALTER

Quelli son rimasti. I soldi son volati via.

GOLDFISH

Quanti erano?

WALTER

Settem...

interviene il funzionario, ansimante per la fatica

FUNZIONARIO DELLA SPLASH

Diecimila dollari, signor Goldfish. Il signor Fraser aveva appena incassato uno dei nostri premi pubblicitari.

GOLDFISH

Bene, dategliene ventimila come indennizzo. E adesso ci vuole un po' di Champagne!

WALTER

Vuol dire che lei...

GOLDFISH

Senti, amico, per me ventimila dollari sono come per te venti cents. La Splash è una delle mie società e questo è il più bel giorno delle nostre vite! Tu che lavoro fai?

WALTER

Niente.

GOLDFISH

Che sai fare?

WALTER

Niente. Sono un intellettuale.

GOLDFISH

Scuole?

WALTER

Pubbliche.

GOLDFISH

Perfetto. Odio quei sapientoni di Harward. Bravo! Mi ricordi la mia giovinezza. Ti van bene diecimila al mese per cominciare?

WALTER

Sì ma... che devo fare?

GOLDFISH

La tua specialità: niente. Però con due segretarie che t'aiutano.

dà una manata sulla testa sudata del funzionario

GOLDFISH

Hai sentito, tu? Lo mettiamo alle relazioni pubbliche.

dà una seconda manata sulla testa dell'uomo che annuisce nel rantolo dello sforzo.

EXT. - OCEANO APERTO - DAY

Inquadrata nel cerchio di un binocolo una mina alla deriva irta di detonatori, coperta di alghe e incrostata di conchiglie.

 

EXT. - PESCHERECCIO D'ALTO MARE - DAY

Un PESCATORE sta osservando la mina con un binocolo. Dice ad un altro

PESCATORE

Manda un warning alla guardia costiera: avvistata mina alla deriva 139 gradi ovest, 19 e 33 primi sud.

 

INT.- BASEMENT - DAY

La gallina è nella gabbia, sporca dei suoi escrementi. Walter, elegante, è inginocchiato davanti alla bestiola

WALTER

Su, non farmi il muso, McNugget! Rispondimi! Non ti volevo lasciare nella merda... la tua chiave funziona alla grande, guarda, se vuoi, ti tiro il collo... ma dimmi una parola!

MISTER BROOKS (V.O.)

Parli con la gallina?

BROOKS, basso, antipatico è sulla soglia e guarda Walter con aria schifata

MISTER BROOKS

Cos'è, l'effetto delle nuove droghe sintetiche che girano nei bassifondi?

WALTER

Parlo con tutti, signor Brooks: galline, porci, padroni di casa. A proposito, come sta la signora?

MISTER BROOKS

Sei in ritardo col fitto. Sabato devi lasciare l'appartamento o chiamerò la polizia.

Walter butta con noncuranza dei biglietti da venti dollari a Brooks che li raccoglie con ingordigia

WALTER

Contali e dammi il resto con calma. Ho un lavoro per te. La signorina Mara se n'è andata e io devo partire per una crociera nei mari del Sud, quindi tu devi prenderti cura della gallina.

MISTER BROOKS

Ma... Come ti permetti?

WALTER

Non ha bisogno di molto: un cartoccio del miglior mais e una scodellina di acqua tutti i giorni. Mille al mese anticipati per cinque minuti al giorno, okay?

MISTER BROOKS

Stai scherzando vero?

WALTER

Mai stato così serio. Sì o no?

conta mille dollari e aspetta la risposta.

MISTER BROOKS

Sai che ti trovo diverso oggi? Come dire... vincente!

WALTER

Comincia subito. Dà una pulita alla gabbia, è piena di merda... altri cento dollari al mese per la merda.

butta il denaro sul tavolo e Brooks lo arraffa.

WALTER

Scopa e paletta.

Brooks obbedisce e comincia a pulire

WALTER

Un'altra cosa. Da oggi mi devi chiamare Walter Magno e darmi del lei.

MISTER BROOKS

Come vuole, Signor Walter Magno.

WALTER

Oh... se la gallina si mettesse a parlare, non risponderle, però scrivi tutto quello che dice. Tutto! Intesi?

MISTER BROOKS

Scrivere quello che dicono le galline per me è un piacere. Stia tranquillo signor Walter.

WALTER

...Magno.

MISTER BROOKS

Magno, Magno...

Walter punta un dito minaccioso contro la gallina

WALTER

Se cerchi di fare la furba sarà peggio per te.

EXT.- YACHT DI LUSSO IN NAVIGAZIONE - SUNSET

Sul ponte di un yacht di lusso, siedono Goldfish, Walter e altri due uomini: TURNER e SCAGNETTI. Bevono uno scotch.

WALTER

Si può sapere chi è questa donna misteriosa?

GOLDFISH

La vedrai stasera. E' una sorpresa.

TURNER

E' stanca e non cena. L'abbiamo messa a dieta.

SCAGNETTI

Proprio come quella vera, deve stare attenta alla ciccia.

GOLDFISH

Ce ne fosse di ciccia così in giro.

 

INT.- SALONE DELLO YACHT DI LUSSO - NIGHT

Un cameriere riempie di champagne le coppe di Goldfish, Walter, Turner e Scagnetti, mentre un'orchestrina di tre elementi suona il motivo di una famosa canzone di Marilyn Monroe: "Bye bye baby". La voce di Marilyn Monroe riempie la sala.

Da dietro un siparietto appare un braccio candido e tornito, poi una gamba con calza a rete e scarpa col tacco a spillo di dodici centimetri, infine MARILYN DUE avanza verso i quattro cantando col microfono vicino alla bocca: è tremendamente uguale a Marilyn Monroe.

Walter spalanca la bocca affascinato e Goldfish ne spia l'espressione

WALTER

Marilyn...

GOLDFISH

Sembra proprio lei, vero?

WALTER

Ma... è lei!

GOLDFISH

Hai ragione, è lei! Anche se avrebbe più di sessant'anni, asshole!

WALTER

Marilyn è fuori dal tempo... l'avranno ibernata...

TURNER

Ibernata! Buona idea per il lancio. Questo è un business da milioni di dollari...

Marilyn Due termina la canzone. Walter le prende una mano

WALTER

Marilyn... sapevo che saresti tornata... ti ho sognata fin da bambino: io e te su un'isola deserta...

MARILYN DUE

E questo chi cazzo è?

TURNER

Il primo dei tuoi fan, darling.

Marilyn si siede al tavolo e Walter le si accuccia accanto.

TURNER

Quando l'abbiamo vista in quel pornofilm era già quasi perfetta, le abbiamo fatto una plastica al naso. Le altre piccole differenze le correggerà il computer.

GOLDFISH

Ci sto. Fifty fifty, una firmettina e champagne!

Il comandante si avvicina a Goldfish e gli fa un cenno per parlargli in privato.

GOLDFISH

Parla pure, vecchio mio! Nessun segreto coi miei nuovi soci!

COMANDANTE

Dobbiamo ridurre la velocità, signore, abbiamo ricevuto un avviso di pericolo, sembra che sia stata avvistata una vecchia mina in questo tratto di Pacifico.

GOLDFISH

Ma che ridurre! Avanti a tutto gas! Con tutta l'acqua che c'è vuoi che proprio noi andiamo a sbattere sulla mina?

un boato tremendo spezza la frase di Goldfish. La luce si spegne e un'ondata entra nel salone travolgendo tutto.

 

EXT. - MARE APERTO - MOON NIGHT

Walter annaspa in mezzo ai relitti dell'esplosione.

WALTER (grida)

Marilyn! Marilyn!!!

Una pinna punta contro Walter che urla di terrore. Qualcosa lo solleva da sotto e poi Walter parte solcando il mare scuro come se gli avessero innestato un fuoribordo.

EST.- ATOLLO - DAWN

In controluce si staglia un atollo frondoso di palme.

Walter, portato da due delfini, si arena sulla spiaggia. Quando si volta gli animali son già scomparsi. Al collo gli scintilla la chiave della fortuna.

MARILYN DUE (V.O.)

Un uomo! dio sia lodato!

Marilyn Due, seminuda, si avvinghia a lui piangendo. Walter la stringe a sé

WALTER

Amore mio, non piangere... sono qui, starò sempre con te!

Marilyn lo bacia sulla bocca. Rotolano avvinghiati sulla spiaggia.

 

INT. - VILLA DI GOLDFISH. CAMERA DA LETTO - NIGHT

EILEEN, una donna segaligna, sui 50, sta cavalcando il maggiordomo Jeeves (Mortimer)che la subisce fissando il soffitto.

Suona il telefono e Jeeves allunga la mano, prende la cornetta e risponde. Eileen continua a montarlo.

Jeeves ascolta e offre il telefono ad Eileen

JEEVES

E' per lei, signora Eileen. Una disgrazia.

Eileen continua a far l'amore

EILEEN

Dopo, dopo...

JEEVES

Signora, suo marito è morto.

Jeeves si sottrae all'amplesso, Eileen ansante e scarmigliata, sbotta

EILEEN

Vive e rompe i coglioni! Muore e rompe i coglioni!

 

EST.- ATOLLO - DAY

Il sole brilla dietro le palme mosse dalla brezza. Walter e Marilyn sono sdraiati sulla sabbia dorata della spiaggia.

MARILYN DUE

Sei stato meraviglioso, cazzo!

WALTER

Non devi più recitare la parte della donnaccia, io so che sei dolce e tenera.

MARILYN DUE

Senti, Doc...

WALTER

Chiamami Walter.

MARILYN DUE

Walter.

Walter bacia di nuovo Marilyn. Fanno ancora l'amore.

 

INT. - CASA DI JOHN - NIGHT

Mara piange davanti alla TV. Lo speaker sta concludendo

SPEAKER

... fatalità ha voluto che lo yacht del milionario incappasse in quella vecchia mina che forse era stata costruita durante la seconda guerra mondiale proprio dalle officine Goldfish. Sono già stati recuperati dodici corpi e non ci sono più speranze di trovare superstiti.

John scola un latina di birra, rutta e si alza

JOHN

Perché piangi? L'avevi lasciato, hai detto che era un uomo di merda, dovresti essere contenta, non so se mi spiego.

MARA

E' colpa mia, non capisci? Se non lo cacciavo adesso sarebbe ancora vivo.

JOHN

Colpa? Merito semmai. Andiamo a letto che te lo faccio dimenticare quel coglione.

Mara si alza, prende la sua borsa, la giacca e se ne va

JOHN

Mara... ma perché?

MARA

Perché sei un animale.

 

EXT. - ATOLLO - DAY

Un paguro trascina la sua conchiglia sulla sabbia. Marilyn, in piedi sul bagnasciuga, guarda l'oceano

MARILYN DUE

Non ci troverà mai nessuno qui, cazzo...

WALTER

E non è stupendo?

Una lacrima cola sulle guance di Marilyn.

WALTER

Amore... perché?

MARILYN DUE

Moriremo qui... di fame e di sete...

Walter le mostra la piccola chiave che porta al collo

WALTER

Non con questa. Fa avverare i miei desideri... è colpa mia se siamo qui perché io ho sempre sognato di stare con te su un'isola deserta.

MARILYN DUE

Hai fatto scoppiare tu la mina?

WALTER

No, no. E' stato un caso... diciamo così....

MARILYN DUE

Saranno morti tutti meno io e te.

WALTER

Non lo so ma non è colpa mia! Marilyn, non avere paura. Finirà tutto benissimo. Dimmi che mi ami.

MARILYN DUE

Ti amo.

WALTER

Devi dire "ti amo, Walter" Solo così io esisto davvero.

MARILYN DUE (rassegnata)

Merda, ti amo, Walter.

WALTER

Amore, smettila di dire parolacce.

MARILYN DUE

Ma quali cazzo di parolacce?

WALTER

Hai fame. Cosa vuoi per cena?

MARILYN DUE

Hotdog e coca.

un'ondata fa arenare una cassa sulla battigia: dentro, chiusi in buste di plastica, ci sono degli hotdog precotti e delle lattine di coca cola. Walter offre un hotdog e una coca all'allibita Marilyn

MARILYN DUE

Cazz...!

si trattiene, pervasa da un nuovo rispetto verso Walter

MARILYN DUE

La chiave? Ma è come il genio della lampada! Me la dài?

WALTER

Non posso. Tu sei qui perché sei la donna dei miei sogni. Se l'avessi tu ti perderei perché io non sono l'uomo dei tuoi sogni.

MARILYN DUE

E chi lo sa.

con uno scatto strappa la chiave dal collo di Walter e scappa. Walter la rincorre

WALTER

Marilyn attenta! Se la perdi, moriremo qui!

MARILYN DUE (fra sé)

Voglio andar via di qui! Via! Via!

il rumore di un elicottero buca il silenzio. Marilyn alza gli occhi al cielo. Un elicottero con la scritta RESCUE scende sulla spiaggia. Marilyn saltella seminuda e agita le braccia

MARILYN DUE

Ehi! Siamo qui! Siamo qui!

Walter si rilega la chiave al collo. Dall'elicottero scendono due uomini. Marilyn corre ad abbracciarli.

PILOTA

Il signor Fraser?

WALTER

Sono io.

PILOTA

Ero al servizio del signor Goldfish.

WALTER

E' morto?

PILOTA

Abbiamo trovato il suo corpo in mare. Ha lasciato a lei metà della sua fortuna: un miliardo di dollari, dicono.

WALTER

E l'altra metà?

PILOTA

Alla moglie.

Marilyn butta le braccia al collo di Walter

MARILYN DUE

Visto che sei il mio uomo ideale?

lo bacia e poi saltella intorno lanciando gridolini di gioia. Walter si rigira la chiave fra le dita

WALTER

McNugget o chi diavolo sei, stai esagerando.

 

EST. - EMBARCADERO - DAY

Una tempesta di flash saluta l'arrivo di Walter e Marilyn Due davanti al palazzo. Nascosta tra la folla dei curiosi, c'è Mara, foulard sui capelli e occhialoni da sole.

DOMANDE URLATE DAI GIORNALISTI

-Come si è salvato, signor Fraser?

-E' vero che ha nuotato con la signorina sulle spalle per cento miglia?

-Perché Goldfish le ha lasciato tanti soldi?

-C'era del tenero fra voi due?

Davanti al portale di ingresso c'è Eileen, tutta in nero. Guarda i due con aperto disprezzo. Walter le tende la mano

WALTER

La signora Goldfish, suppongo.

Eileen lo fulmina con un'occhiata, si volta ed entra.

Marilyn Due le fa uno sberleffo, Walter alza le spalle. Entrano.

Mara si toglie gli occhiali, china il capo e se ne va a passi lenti.

 

INT. - UFFICIO LEGALE - DAY

Il LEGALE legge il testamento alla presenza di Walter, Marilyn Due, Eileen, il funzionario della Splash e Jeeves.

LEGALE

... così dispongo nel pieno possesso delle mie capacità di intendere e di volere. Firmato in mia presenza dal fu Henry Goldsmith.

Marilyn abbraccia Walter. La vedova di Goldfish è furibonda

EILEEN

Nel pieno possesso della sua depravazione. Attento a te, avvoltoio, mi hai rubato metà del patrimonio e la mia villa ma la farina del diavolo finisce in crusca. Mortimer, andiamo!

Jeeves guarda la donna con britannico distacco

JEEVES

Spiacente, mam. Io vado con la villa.

Eileen risponde con un ruggito di rabbia e se ne va.

 

EST.- PANORAMA DI SAN FRANCISCO A VOLO D'ELICOTTERO - DAY

La C. sfiora la punta della Piramide e si innalza a mostrare il centro della città, la baia, il Golden Gate.

FUNZIONARIO DELLA SPLASH (V.O.)

Quel grattacielo è nostro... signor Walter.. è anche quelle villette a Marina.... e quei palazzi a Sausalito di là dalla Baia, e quei capannoni sono la nostra fabbrica di detersivi in California. Ne abbiamo una per ognuno dei cinquanta Stati.

 

EXT. - PANORAMA DI NEWYORK A VOLO D'ELICOTTERO - DAY

L'elicottero sorvola Ground Zero e si dirige verso la punta dell'Empire State Building.

FUNZIONARIO DELLA SPLASH (V.O.)

...dal novantesimo piano in su ci sono gli uffici della nostra Finanziaria. Anche quel grattacielo a est di Central Park è nostro.

WALTER (V.O.)

Nostro? Perché dici sempre nostro?

FUNZIONARIO DELLA SPLASH (V.O.)

Suo, signor Walter, suo! Era solo un modo di dire...

WALTER (V.O.)

Odio i modi di dire...

INT/EST. - ELICOTTERO PRIVATO IN VOLO - DAY

Walter siede accanto al funzionario della Splash che gli indica in basso

FUNZIONARIO DELLA SPLASH (V.O.)

... anche la squadra di baseball è nostr... è sua. Scendiamo a salutare il pubblico.

WALTER

Con l'elicottero?

FUNZIONARIO DELLA SPLASH

Public relations. La gente ama chi fa fortuna, signor Fraser. Adorano qualunque imbecille pieno di soldi che scenda dal cielo con un elicottero...

 

EST.-STADIO DEL BASEBALL - DAY

Le tribune sono gremite di folla. L'elicottero di Walter si ferma al centro del diamante. Eileen, sempre vestita di nero, svita la punta della sua canna di ebano.

WALTER

Qualunque imbecille eh?...

FUNZIONARIO DELLA SPLASH

Era soltanto...

WALTER

...un modo di dire. Modo di dire per modo di dire: sei licenziato.

Il direttore si stringe nelle spalle con aria infelice. Walter salta giù dall'elicottero. La folla si leva in piedi con un boato di applausi.

Eileen punta la canna contro Walter come se fosse un fucile, ed in effetti sulla punta della canna c'è un mirino.

Walter leva alte le mani unite in segno di partecipazione e di saluto.

La donna arma un grilletto nascosto nella canna e spara. Nell clamore della folla non si sente il rumore del colpo.

Un piccione passa davanti a Walter, si becca la pallottola e cade sull'erba stecchito.

 

EST. - WASHINGTON - SUNSET

Il panorama monumentale di Washington si rispecchia nelle acque del Potomac.

 

INT. - WASHINGTON. WATERGATE - EVENING

Sette uomini vestiti e incappucciati di nero siedono intorno ad un tavolo circolare. La sala è in penombra ma si intravedono i contrassegni della massoneria. Parla l’uomo coi simboli di Venerabile

VENERABILE

Il fratello Goldfish è morto. Al suo posto c’è un certo Fraser a noi del tutto sconosciuto. Goldfish era il nostro finanziatore, se questo Fraser non riconosce l’impegno dovremo fare a meno di lui. Nel senso che lui farà a meno del mondo. Il momento è grave. Propongo ai fratelli di rendere questa loggia segreta ancora più unita rivelandoci l’uno all’altro. Chi è d’accordo alzi la mano.

un brusio si leva dagli uomini incappucciati, poi uno alla volta tutti alzano la mano. Quello che ha fatto la proposta si leva il cappuccio e si presenta, imitato dagli altri

SENATORE MORRIS

Senatore Morris. Venerabile di questa loggia.

ALAN KAHN

Alan Kahn, funzionario CIA.

IVAN GOLUTVA

Ivan Golutva, ex KGB.

 

INT. - ATLANTA. PEACHTREE HOTEL - EVENING

Sembra la prosecuzione della scena precedente ma oltre le vetrate si vede la skyline di Atlanta.

Sette uomini vestiti e incappucciati di bianco come quelli del KKK siedono intorno ad un tavolo circolare. Tre di essi si son già levati il cappuccio: ora se lo levano il quarto, il quinto, il sesto e il settimo, presentandosi

NIELS LIEDHOM

Niels Liedhom, amministratore della Goldfish Finanziaria di NewYork. Faremo un tentativo prima di eliminare questo Fraser.

GENERALE CULVERTON

Generale Culverton. Andrò a parlargli.

EDUARD JOHNSON

Eduard Johnson della Guardia Nazionale. Purchè sia subito, il progetto Freedom non può aspettare.

TIP McWRITE

Tip McWrite della Rifle Association. Risolvete o ritireremo il nostro appoggio.

 

EST. NEW YORK. BROOKLYN - EVENING

Panorama di Brooklyn visto dal ponte.

 

INT. - RISTORANTE ITALIANO - EVENING

Seduti intorno ad un tavolo circolare sette uomini hanno terminato di mangiare. Molte bottiglie di vino vuote. TOTO’, 60 anni, sguardo acuto, modi gelidi ma garbati, osserva i presenti che ammutoliscono.

TOTO’

Quel bravo picciotto di Goldfish se n’è andato, pace all’anima sua e ha lasciato al suo posto questo Fraser che nessuno conosce. Io mi auguro che sia comprensivo. Me lo auguro per lui naturalmente.

gli altri sei ridono.

 

INT. - VILLA DI GOLDFISH. SALONE DELLE FESTE - DAY

Jeeves è sulla balconata e regge, con mani guantate di bianco, alcuni sacchi di tela. Da sotto la voce si Walter

WALTER (V.O.)

Ancora!

Jeeves slaccia la bocca di uno dei sacchi e ne rovescia il contenuto nel vuoto: una nevicata di dollari investe Walter e Marilyn Due che saltellano di gioia come bambini.

MARILYN DUE

Ancora, cazz... oh scusa, ancora!

impassibile Jeeves obbedisce facendo nevicare altre banconote.

 

EST. - DESERTO - DAY

Su una torre di trivellazione campeggia una scritta: GOLDFISH INC.

Alcuni operai stanno trivellando un pozzo in mezzo al deserto africano. Un capo beduino assiste circondato dai suoi uomini.

Fuoriesce un getto scuro e i tecnici e gli operai esplodono in un urlo di gioia, ma il getto scuro si schiarisce, diventa acqua.

Il capo beduino scoppia a ridere e i suoi fanno eco.

Un dirigente della Goldfish Inc. vestito di bianco viene raggiunto dalla pioggia sporca mentre corre verso un telefono satellitare munito di antenna portatile

 

EST. - VILLA DI GOLDFISH - NIGHT

Le finestre della villa e i lampioni del grande parco sono illuminati. Un'auto si avvicina al cancello. La mano guantata di nero del guidatore pigia su un telecomando e il cancello si apre. L'auto percorre il viale verso la casa.

Un lampo illumina la scena a giorno, seguito da un fragoroso tuono.

 

INT. - VILLA DI GOLDFISH. SALONE DA BAGNO - NIGHT

Accanto ad una grande Jacuzzi con l’acqua illuminata da faretti subacquei, un lungo stelo cromato regge una lampada alogena puntata verso il soffitto.

Marilyn Due, nuda, spinge sott’acqua Walter, nel mare di bollicine. Walter strilla e difende con una mano la chiave che porta al collo legata con una catena d'oro. Emerge ridendo e tira nell'acqua Marilyn Due

WALTER

Marilyn, mi ami tu?

MARILYN DUE

Alla follia, sweetheart...

non si avvedono dell’ombra umana che si avvicina alla lampada alogena e ne afferra lo stelo.

WALTER

Perché?

MARILYN DUE

Perché sei il più maschio tra gli uomini.

WALTER

E poi?

MARILYN DUE

Perché sei il più potente.

WALTER

\ E poi?

MARILYN DUE

Perché sei un genio.

La mano dello sconosciuto inclina lo stelo della lampada vero l’acqua della vasca i cui Marilyn e Walter stanno lottando e ridendo.

WALTER

E poi?

MARILYN DUE

Perché... perché sei bello!

WALTER

Oh ce ne hai messo a dirlo...

La lampada accesa sta per cadere nell’acqua della vasca.

MARILYN DUE

Ma certo, honey, sei bellissimo, fichissimo, stupendo.

Walter la bacia in una nuvola di bollicine.

WALTER

E tu sei fortunata, fortunatissima.

La mano misteriosa fa cadere la lampada verso l’acqua.

 

EXT. - VILLA DI GOLDFISH - NIGHT

Un fulmine centra la villa.

 

INT. - VILLA DI GOLDFISH. BAGNO - NIGHT

Un attimo prima che la lampada alogena l'acqua va via la luce. Si spengono anche i faretti subacquei e Walter ride nel buio.

Un nuovo lampo illumina la scena attraverso la cupola di vetro.

Marilyn esce dalla vasca buttando lo la lampada alogena spenta sul pavimento.

WALTER

Dove vai? Hai paura del buio?

MARILYN DUE

Una paura fottuta. O scusa, una paura terribile.

Jeeves entra con un candelabro e un telefono su un vassoio

JEEVES

Una chiamata dall’Africa, signore.

WALTER

Come ti chiami tu?

JEEVES

Mortimer, signore..

WALTER

Ti chiamerò Jeeves. Ho sempre sognato di avere un maggiordomo per chiamarlo Jeeves.

JEEVES

Bene signore. Lei chiamerà Jeeves e Mortimer verrà.

Walter prende il telefono

WALTER

Sono io.

 

EST. - DESERTO - DAY

Il dirigente grondante acqua sporca, tra le risate dei beduini, grida nel telefono

DIRIGENTE

Mister Goldfish?

WALTER (filtered)

Goldfish è morto, chi parla?

DIRIGENTE

Morto? Ma lei chi è?

 

INT. - VILLA DI GOLDFISH. BAGNO - NIGHT

WALTER

Io sono l’erede. Il nuovo padrone. Lei piuttosto chi è, da dove parla?

DIRIGENTE (filtered)

Sahara. Africa. Io sono il dottor Fritz, capo del dipartimento affari libici. Mister Goldfish era in parola per comprare centomila ettari di deserto credendo che ci fosse il petrolio invece c’è solo acqua sporca. Ci hanno fregato il milione di dollari dato come caparra. Che devo fare?

WALTER

Compra a un decimo del prezzo.

DIRIGENTE (filtered)

Ma...

WALTER

Con me niente ma: obbedire e basta.

 

EST. - DESERTO - DAY

Il funzionario resta col telefono in mano, poi si rivolge al capo beduino

DIRIGENTE

Compriamo!

il beduino spalanca gli occhi poi scoppia a ridere, traduce la parola in arabo suscitando un nuovo scoppio di ilarità fra i suoi uomini.

 

INT.- VILLA DI GOLDFISH. SALONE DA BAGNO - NIGHT

Marilyn Due sta massaggiando Walter, mentre Jeeves posa il candelabro su una mensola e poi va dritto in una zona d'ombra, afferra per un braccio il mancato assassino e lo trascina fuori dal salone da bagno.

WALTER (a Marilyn Due)

Vieni, sogno della mia vita, con le candele è più romantico.

 

INT. - VILLA DI GOLDFISH. CUCINA - NIGHT

Jeeves reinnesta l'interruttore automatico e torna la luce: la persona che ha trascinato in cucina è Eileen.

JEEVES

Mi scusi, signora, l'ho fatto per il suo bene.

VEDOVA GOLDFISH

Quel porco maiale che si gode la mia casa, il mio bagno, e si asciuga il culo nei miei asciugamani: non posso sopportarlo!

JEEVES

E' un suo diritto, signora. Così ha voluto suo marito.

EILEEN

Porco bastardo depravato e cornuto, nominandolo da vivo.

JEEVES

Si ricordi il testamento: se lei muore, lui si becca anche la sua metà.

EILEEN

Già, ma se muore lui...

JEEVES

Lui non muore, signora.

EILEEN

Mica è immortale!

JEEVES

No, ma molto fortunato. Non ha letto la sua biografia su Time?

EILEEN

Non mi piacciono le storie pornografiche.

si avvinghia a Jeeves

EILEEN

E tu? Non mi ami più?

JEEVES

No, signora. Non rientra più nelle mie mansioni.

EILEEN

Aiutami a far fuori quel bastardo e la sua metà sarà tua.

JEEVES

Signora, sento che nel mio cuore sta rinascendo un grande sentimento.

 

EST. - STRADA BASEMENT - DAY

Una Ferrari si ferma davanti alle finestre del BASEMENT. Scende Walter, lascia la portiera aperta, le chiavi nel cruscotto ed entra nel palazzo.

Jeeves ed Eileen si avvicinano all'auto. Jeeves butta un pacchetto dietro ai sedili e i due continuano a camminare come se niente fosse.

 

INT. - BASEMENT - DAY

L'ambiente è stato ripulito ma l'arredo è quello di sempre. La gallina becchetta il granturco dalla coppetta che Brooks le mette davanti. Entra Walter

 

MISTER BROOKS

Sir Walter the Great, ben tornato!

WALTER

Che ti ha detto?

MISTER BROOKS

Che mi ha detto chi, signor Walter Magno?

WALTER

La gallina, idiota!

MISTER BROOKS

Oh, la gallina... non mi ha detto mai niente... giuro!

WALTER

Non ti ha mai insultato... non ti ha mai chiesto di ammazzarla...

MISTER BROOKS

Mai. Anzi credo che si sia affezionata

Walter si china a scrutare negli occhi la gallina

WALTER

Sembri una gallina qualunque adesso, a che gioco giochi, McNugget? Brooks, tu continua a tenerla d'occhio.

Walter butta a Brooks delle banconote da cento e l'uomo si inchina servile

WALTER

La signorina Mara s'è più vista?

MISTER BROOKS

No, sir Walter the Great. Qui non è più tornata.

WALTER

Se la vedi, mandala da me.

dà uno sguardo occasionale dalla finestra e vede:

 

EST. STRADA BASEMENT - DAY

Come visto dalla finestra dello scantinato:

un uomo che sale sulla Ferrari e l'avvia, partendo veloce.

Walter si aggrappa all'inferriata e grida

WALTER

Al ladroooo!

ma l'auto, prima di svoltare in fondo alla strada, esplode con fragore.

Jeeves ed Eileen, nascosti dietro un auto in sosta, vengono feriti dai frammenti dell’esplosione.

 Vai a "La Chiave" romanzo           torna all'indice generale         versione inglese                   continua

home